Quattro referendum ANTI CASTA e PRO LAVORO

basta-casta1-300x204

Per  domenica 28 ottobre in piazza Sant’Oronzo  i cittadini leccesi sono stati invitati a dare un ennesimo segnale di protesta contro lo strapotere arrogante ed inefficiente della casta dei politici.

 Il raggiungimento di un quorum atto a promuovere la consultazione referendaria passa anche dalla città di Lecce  e dal personale impegno dei cittadini.

I primi due referendum sono a favore dei soggetti più deboli, per ridare il contratto nazionale ai lavoratori  e non lasciarlo alle violenze dei datori di lavoro,  e per la riassunzione di quelle persone che vengono  licenziate illegittimamente. Gli altri due, per eliminare il finanziamento pubblico ai partiti e le indennita’ ai parlamentari,  in quanto il denaro molto spesso ha preso strade diverse da quelle che doveva prendere.

Bisogna sottoscrivere i referendum perche’ abroghino il finanziamento pubblico ai partiti,  le indennita’ ai parlamentari e soprattutto siano tutelati i diritti delle fasce sociali piu’ deboli, dei lavoratori che vengono licenziati e di quelli che non hanno lavoro”, afferma  il circolo cittadino dell’ITALIA DEI VALORI, organizzatore dell’iniziativa.

Commenti

commenti

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Web & Design G.A.