Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Focus WRC vincono il 47° rally del salento. Al secondo posto con un grande recupero Pedersoli – Romano su Citroen C4 WRC. Chiudono il podio Forato – Gaspratotto con la Renault Clio S1600.

Signor - Bernardi (L. D'Angelo) Salento '14

Grazie a una prima parte di gara veloce e precisa i veneti Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Focus Wrc hanno vinto la quarantasettesima edizione del Rally del Salento, terza prova del Campionato Italiano Wrc organizzata dall’Automobile Club di Lecce. L’equipaggio portacolori del team Rp Motorsport-Scuderia Sama Racing ha sfruttato al meglio la buona conoscenza del percorso e l’alto potenziale della vettura prendendo il comando delle operazioni sin dalla prima prova speciale incrementandolo sulla successiva e senza mai cederlo fino all’arrivo cogliendo così una prezioso successo che rilancia le sue quotazioni in ottica Campionato. Una grintosa rimonta con la vittoria in sei prove speciali ha permesso ai bresciani  Luca Pedersoli e Matteo Romano su Citroen C4 WRC di risalire fino al secondo posto assoluto. Il pilota del team D-Max ha compromesso la sua gara sulla seconda speciale quando è incappato in una foratura perdendo oltre due minuti e mezzo e precipitando in diciottesima posizione assoluta.

Entusiasmante la lotta per il terzo posto che ha visto a lungo battagliare il duo veneto composto da Antonio Forato e Ivan Gasparotto su Renault Clio S1600 e  Francesco Laganà con Maurizio Messina su Mitsubishi  Lancer Evo X. Una battaglia che si è conclusa proprio sull’ultima prova speciale a favore del duo del Power Car Team che ha sferrato l’attacco decisivo recuperando i 7”5 che lo separavano dall’equipaggio portacolori del team Rally Project che  proprio sull’ultimo tratto è rimasto vittima di una foratura ma che è riuscito  comunque a mantenere la quarta posizione assoluta aggiudicandosi il Gruppo N.

Gara da incorniciare anche quella di Andrea Basso e Maurizio Barone che hanno portato la loro Renault New Clio Sport R3C del Power Car Team al sesto posto assoluto. Tra i loro parziali spicca il terzo miglior tempo colto sul secondo passaggio di Miggiano

Hanno ottimamente chiuso al sesto posto dopo un avvio  in cui non sono mancati i problemi Sergio Terrini e Fabrizia Bianchetti su Peugeot 207, unici superstiti in una classe S2000 martoriata dai ritiri.

La settima piazza assoluta e il secondo posto di gruppo N è stata invece appannaggio del duo campano composto da Alfonso De Pierro e Fiore Iscaro su Mitsubishi Lancer Evo 9, bravi a saper gestire i momenti delicati della corsa e autori di un ottimo quinto tempo sulla prima ripetizione di Santa Cesarea.  La sfida in R2B ha visto invece primeggiare Luca Fiorenti e Giovanni Maifredini alla guida della loro Citroen C2 che hanno chiuso all’ottavo posto davanti agli avversari di categoria su identica vettura, i fratelli Francesco ed Alberto Montagna. Rallentati da vari problemi sono riusciti comunque a chiudere nella top ten Alessio Santini e Susanna Mazzetti su Renault Clio S1600.

La gara ha registrato sin dai primissimi chilometri  molti colpi di scena. Al ritiro immediato di Primiceri si sono poi aggiunti gli abbandoni di Sossella mentre era secondo assoluto fermato sul primo passaggio di Specchia da una doppia foratura, quello di Rizzello a lungo secondo assoluto e rimasto vittima di una avaria all’alternatore allo start della ps6 e quello di Garosci che ereditata la seconda piazza da Rizzello ha pagato una serie inconsueta di penalità che lo hanno prima allontanato dai vertici della classifica e poi indotto al ritiro.

Oltre al Campionato Italiano WRC il 47°Rally del Salento era anche valido ai fini dell’assegnazione del Trofeo Rally Nazionali di Quinta Zona a coefficiente 2 e per i trofei promozionali monomarca Suzuki Rally Cup, Peugeot Competion e Michelin Rally Cup.

Nel campionato di zona prezioso risultato quello colto da Alessio De Santis e Davide Rizzo su Peugeot 106 Rallye che grazie alla vittoria in A6 (tredicesimi assoluti) si portano solitari in testa alla classifica. Nella Suzuki Rally Cup vittoria di Paolo Amorisco (quattordicesimo assoluto) davanti a Dino Romano. Sfortunato Uliana, mentre era in testa è uscito di strada compromettendo irrimediabilmente la sua gara. Nella Michelin Rally Cup le prestazioni già citate di Signor, Forato, Basso, Terrini, Fiorenti e Amorisco sono valse i rispettivi successi di categoria. Il Campionato Italiano WRC torna tra venti giorni con la disputa in provincia di Treviso del 31°Rally della Marca.

Campionato Italiano WRC – 47°Rally del Salento, Classifica Finale Assoluta.

1.Signor-Bernardi (Ford Focus WRC) in 1.15m56.9s

2.Pedersoli-Romano (Citroen C4 WRC) +1m37.4s

3.Forato-Gasparotto (Renault Clio S1600) +5m29.2s

4.Laganà-Messina (Mitsubishi Lancer Evo X N4) +5m43.9s

5.Basso-Barone (Renault New Clio Sport R3C) +7m05.0s

6.Terrini-Bianchetti (Peugeot 207 S2000) +8m34.2s

7.De Pierro-Iscaro (Mitsubishi Lancer Evo 9 N4) +8m55.2s

8.Fiorenti-Maifredini (Citroen C2 R2B) +9m06.8

9.Montagna F.-Montagna A. (Citroen C2 R2B) +9m34.8

10.Santini-Mazzetti (Renault Clio S1600) +10m45.2

Commenti

commenti

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Web & Design G.A.