Lido di Venezia – Mostra del Cinema 2014

DSC_0223

Nella splendida e suggestiva cornice dell’ Hotel Excelsior al Lido di Venezia, fra gli eventi collaterali della 71° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, il 3 settembre alle ore 19,30, il Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive con la Presidente Paola Dei e la direzione artistica di Manuel Laghi nello Spazio della Regione del Veneto, promuove come ogni anno l’Evento dedicato ai grandi temi del cinema ed ai grandi personaggi. Arte, scienza, benessere illuminano lo sguardo di attenti collaboratori che portano il loro contributo alla realizzazione di testi di grande fascinazione.

Fra i partecipanti il MiBACT – Direzione Generale per il Cinema con la prefazione di Nicola Borrelli, AGISCuola, CONSCom, GSA Giornalisti Specializzati Associati, Il Parere dell’Ingegnere, Verdissime.com, accademici e critici di respiro internazionale ed artisti di grande spessore umano e professionale che arricchiscono le pagine del testo con opere e disegni. Fra di loro in ordine alfabetico: Paola Crema Fallani, Marcello Lo Giudice, Fabio Mazzieri, Zec Safet, Rossella Siervo, Antonio Sodo (artista leccese), foto di Catello Masullo.

Il testo intitolato “Nostoj-Ritorni”, Cinema Comunicazione Neuroni Specchio Edizioni Universitarie Altravista, prefazione di Nicola Borrelli, copertina di Antonio Sodo, è un viaggio alla scoperta di luoghi e terre inimmaginabili e di tutti quei personaggi che popolano la nostra vita e che il grande schermo ci offre la possibilità di mettere a fuoco in grandangolo: vittime, martiri, eroi, guerrieri, etc.

Durante la presentazione verrà anche consegnato l’Award Verdissime.com, un gioiello realizzato dal Designer Giulio Manfredi, per personalità che si sono distinte nel diffondere arte, cinema, cultura. A seguire la consegna dell’opera esclusiva realizzata da Antonio Sodo ad Ottavia Piccolo, un’artista raffinata ed eclettica che tutti conosciamo e che ha scelto il Lido come suo luogo di vita. Non potrà esserci perchè impegnata a girare, ma ha accolto con piacere l’omaggio del Maestro Sodo.

Consegna poi del Premio Cultura e Arte del Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive, una penna d’argento con Attestato.

Verranno ricordati Robin Williams e Philip Seymour Hffmann, due grandi attori che hanno dato tanto alla storia del cinema.

A seguire cocktail e stuzzichini.

L’abito indossato da Paola Dei durante la presentazione è un capo esclusivo realizzato dalla stilista Asia Neri, una giovane promessa dello stile di cui sentiremo senz’altro parlare molto presto e che si contraddistingue firmando le sue creazioni con un orologio dalle lancette ferme, come simbolo di attimi eterni.

 

Biografia dello scultore  e pittore salentino Antonio Sodo 

Il Professor Antonio Sodo nato a Lecce nel 1943 è figlio e nipote d’arte dei maestri Sodo. Sin da bambino ha iniziato a scolpire nella bottega del nonno e del padre, entrambi scultori già noti, imparando la tecnica dell’intaglio e collaborando alla realizzazione di statue e grandi opere monumentali. Diplomato presso l’Istituto d’Arte di Lecce gli viene assegnata, nel 1971 per meriti artistici, la cattedra di Figura Modellata presso il Liceo Artistico di Busto Arsizio e nel ‘74 partecipa assieme a molti scultori lombardi ad un corso abilitante all’insegnamento condotto da Bruno Munari (autore di numerose opere futuriste sparse in tutto il mondo, tra i personaggi più importanti del novecento italiano, protagonista dell’arte, del design e della grafica). Nel ‘97 decide di lasciare l’insegnamento per dedicare anima e corpo alla scultura operando maggiormente a Milano. Fino ad oggi ha presentato più di 70 personali, ha partecipato a numerose collettive e concorsi classificandosi sempre tra i primi posti. Molte sue opere sono presenti in importanti collezioni private e pubbliche, noi ne citiamo solo alcune: nel Museo Cavoti di Galatina, nel Museo Mele a S.M. di Leuca, nella Basilica San Carlo al Corso (Mi), nella chiesa di S. Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, anche a Porto Cesareo troviamo un monumento bronzeo dedicato ai caduti di tutte le guerre e da non tralasciare nel Supercarcere di Lecce i due bassorilievi nelle chiese presenti e poi ancora altre opere al San Raffaele di Milano e persino nel Museo Vaticano dove ha donato al Papa una testa di San Francesco. Tra le ultime opere quella esclusiva realizzata per Ottavia Piccolo che sarà consegnata durante la mostra del Cinema di Venezia 2014.

C.C.

 

Commenti

commenti

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Web & Design G.A.