A Specchia si festeggia il patrono san Nicola di Myra

Specchia - Chiesetta San Nicola

Nei giorni dal 10 al 12 maggio prossimi, a Specchia, proseguendo una tradizione secolare, si svolgeranno i festeggiamenti in onore di San Nicola di Myra – Vescovo, Patrono della cittadina, organizzati dalla Parrocchia “Presentazione Vergine Maria” e dall’omonimo Comitato, con il Patrocinio del Comune di Specchia. Il Santo nacque a Patara, città della Licia in Asia Minore (Turchia), intorno al 255-257, ed è considerato uno dei padri della chiesa. Nel 1087 tre imbarcazioni di pescatori baresi con 62 marinai a bordo trafugarono da Myra le spoglie di San Nicola e le trasportarono a Bari, ove giunsero il 9 maggio dello stesso anno.

Da secoli e secoli, ogni seconda domenica del mese di maggio, a Specchia si onora San Nicola di Myra, legato al perpetuo ricordo del culto bizantino, testimoniato dalla presenza delle cripte, alcune ubicate non lontano dalla Chiesa di San Nicola, restaurata per la prima volta nel 1587, forse perché cadente, e adattata al rito latino, come viene riportato su una lapide presente sulla facciata del luogo sacro: “S. Nicola Arcivescovo di Myra ebbe culto costante attraverso i secoli in questo antichissimo tempio dei quattro consacrati col rito greco solo rimasto nella città di Specchia il quale nel MCLXXXVII fu restaurato per la sostituzione dal rito greco al rito latino e nell’anno MDCCCXCIX agli uffici sacri è restituito perché all’inclito patrono la venerazione delle genti durasse”. Il testo, oltre a richiamarsi alla stessa Chiesa di San Nicola e a quella di Santa Eufemia, tuttora esistenti, fa riferimento ad altri due luoghi di culto non più presenti sul territorio di Specchia. L’ipotesi degli storici, sulla presenza del culto greco nel luogo sacro, fu avvalorata nel 1976, dagli scavi effettuati dal Prof. Francesco D’Andria e dai suoi studenti, che intorno alla Chiesa di San Nicola, ritrovarono una pietra rotonda con incisa la croce greca su entrambe i lati e riproducente il Pane Eucaristico fermentato, utilizzato dai sacerdoti di rito bizantino.

Nell’anno 2008, nell’ambito del Programma Operativo LEADER +, con il contributo del GAL “Capo S. Maria di Leuca” pari a 70.000 euro e dell’intera cittadinanza, per un totale di 100.000 euro, presso la Chiesa di San Nicola sono stati realizzati altri lavori di restauro che hanno permesso la scoperta e il restauro di uno splendido semifresco di scuola cinquecentesca, sconosciuto agli stessi abitanti della cittadina.

Il programma della Festa di San Nicola prevede per la serata di Venerdì 10 Maggio alle ore 20.30 in Piazza del Popolo si svolgerà la Rappresentazione Teatrale de “La Vita ed i Miracoli di San Nicola” a cura dell’Associazione Culturale “S. Nicola di Myra” di Specchia e in appositi stand sarà possibile gustare dei prodotti tipici locali. Mentre nella giornata di sabato 11 maggio,dalle 8.30 e per tutta la giornata si esibirà il “Gruppo Bandistico Rocco Zippo – Città di Specchia”. Alle ore 18.00 in Chiesa Madre si svolgerà la Solenne Celebrazione Eucaristica, durante la quale, il Sindaco, Antonio Biasco, consegnerà simbolicamente le chiavi della città al Santo Patrono. Dallo stesso luogo sacro, prenderà avvio la processione per le strade principali della cittadina, che si concluderà in Piazza del Popolo, dove si svolgerà il panegirico e la benedizione conclusiva, al termine, si esibirà il Gruppo di musica folkloristica “Uccio Aloisi Gruppu“.

Nella mattinata di domenica 12 maggio, nella Chiesa Madre saranno celebrate delle Sante Messe in onore del Santo Patrono. Mentre in Piazza del Popolo e per le vie centrali di Specchia, si svolgerà la “FIERA DI SAN NICOLA”, appuntamento d’istituzione secolare, al quale ogni anno partecipano migliaia di visitatori. Nella stessa giornata, presterà servizio il Concerto Bandistico “Città di Conversano” diretto dal Maestro Concertatore, Vincenzo Cammarano.

Nella stessa serata, in momenti e luoghi diversi della cittadina, si esibirà il Gruppo “CONTURBAND”, la prima Street Band del Sud Italia, con il suo repertorio musicale originale che va dalla musica dei neri d’America attraverso il funk, il jazz, il blues, passando alla samba latino-americana, fino ad arrivare ai travolgenti ritmi balcanici ed ai suoni della tradizionale canzone italiana. Alle ore 23.00 è previsto lo spettacolo dei fuochi pirotecnici della Ditta Dario Luigi di Matino, mentre le luminarie saranno a cura della Ditta Santoro di Alessano.

Commenti

commenti

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Web & Design G.A.